MALI

Il Progetto Mali ha come sede il villaggio di Karangasso e si sviluppa nei villaggi limitrofi. È nato nel 2007 per sostenere progetti di miglioramento delle condizioni di vita della popolazione che si occupa soprattutto d’agricoltura e allevamento. La scarsità di risorse idriche non permette lo sviluppo di un’economia produttiva per i villaggi, il problema più grande è dunque la scarsità di acqua potabile. Si è così formata in Mali una equipe locale GdS con un progetto ben definito: la collaborazione con la popolazione locale, lo scambio di esperienze e l’intreccio di relazioni finalizzati ad un reciproco arricchimento umano e culturale per il miglioramento delle condizioni di vita della comunità locale dal punto di vista economico, sanitario, scolastico.

Il progetto, condiviso con l’equipe locale, prevede questi settori di intervento:

Lavoro: il lavoro è il mezzo per liberarsi dalla povertà con dignità e valorizzando ogni risorsa umana.

Scuola: in ogni famiglia allargata sono presenti 30/40 bambini/e in età scolare. Ogni capofamiglia sceglie chi deve andare a scuola. Meno del 50% dei bambini ha accesso alla scuola nel villaggio di Karangasso, negli altri villaggi della zona sovente la scuola non esiste. 

Sanità: le condizioni igienico sanitarie sono pessime, i casi di bambini denutriti o malnutriti sono molto numerosi. Per la maggior parte della popolazione è impossibile accedere alle cure sanitarie.

Donne: la condizione delle donne è molto difficile: lavoro sfiancante, maternità ripetute... ma le loro risorse e la loro inventiva sono straordinarie. 

Acqua: L’acqua è vita: si sono scavati alcuni pozzi in alcuni villaggi, sia ad energia solare che meccanici, e si è portata l’acqua pulita vicino alle case. Questi interventi sono stati realizzati coinvolgendo i giovani dei villaggi.

Ma ancora molti hanno sete.