Il progetto Rwanda è nato da oltre 20 anni. Il GDS interviene in collaborazione con la ONG Grain de Sénevé Rwanda, legalmente riconosciuta che opera sul campo con una equipe ruandese. Il Rwanda ha vissuto pagine trmende di storia, con genocidi di massa e divisioni etniche e sociali che hanno lasciato ferite ancora non completamente rimarginate.

I Protagonisti del progetto sono:

Orfani e/o giovani provenienti da famiglie estremamenti povere

Maibobo: giovani che, per violenza, abbandono o incapacità familiare, si ritrovano a vivere sulla strada. Sono coinvolti anche i membri della famiglia, i vicini e i giovani che si avvicinano alle attività.

Ragazze di strada: donne e ragazze che hanno la prostituzione come unica risposta alle loro necessità e a quelle dei loro figli.

Famiglie di contadini

La povertà in cui vive la maggior parte di loro è la fonte della progettazione utile all'affrancamento.

I campi di intervento sono:

Formazione: Favorire lo studio e la formazione professionale attraverso l’aiuto alla scolarizzazione privilegiando la formazione di piccoli gruppi di auto aiuto e la crescita sociale.

Sanità: compartecipazione insieme alle famiglie alle spese sanitarie anche in caso di patologie gravi che richiedano cure continuate nel tempo.

Sviluppo sociale: Creare le condizioni ideali per garantire lo sviluppo integrale della persona attraverso: attività di animazione volte alla socializzazione comune e dove i beneficiari stessi sono motivati a riflettere sulla propria condizione, quindi a cercare le soluzioni ai propri problemi.

Sviluppo economico: il progetto favorisce la creazione di casse di mutua assistenza e sistemi di microcredito per l’avvio di piccoli progetti generatori di reddito.


Anche in Rwanda si è scelto di creare un’equipe di Educatori Popolari per meglio raggiungere gli obiettivi del Progetto.

Falegnameria